Umanesimo e Sviluppo Economico

IMG_1425Il Corso di Alta Formazione Umanesimo e Sviluppo Economico è un progetto realizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose all’Apollinare della Pontificia Università della Santa Croce, pensato per rispondere all’emergente esigenza di integrità che si riscontra nelle istituzioni, nella pubblica amministrazione e nelle imprese. Vuole raccogliere così la sfida di Papa Francesco a guardare all’umanesimo come fonte di ispirazione per riportare i valori e le virtù umane al centro dell’agire di coloro che operano nel mondo. La necessità di sviluppare una piena consapevolezza degli effetti negativi della corruzione sulle dinamiche istituzionali, economiche e sociali di un Paese – e del conseguente danno che essa provoca in termini di impoverimento materiale ed esclusione – rappresenta il presupposto di uno sviluppo economico inclusivo, capace di porre al centro il rispetto della dignità umana. Tale necessità interessa tanto coloro che operano nelle istituzioni politiche e nella pubblica amministrazione quanto le imprese e le istituzioni economiche, poiché esse si influenzano reciprocamente. Fare dell’intrapresa economica un’occasione di “servizio all’umanità” è la migliore risposta contro quella diffusa mentalità di corruzione pubblica e privata che compromette lo sviluppo materiale e sociale di un popolo, provocando ingiustizie e, a fronte del benessere di pochi, è fonte di povertà per molti.

Il Corso è destinato:

  • ai laici che operano nell’impresa, nella pubblica amministrazione e nel no-profit e che desiderino prepararsi ad un impegno più qualificato, rigenerato dall’umanesimo cristiano, e più in generale, ad un più consapevole esercizio in ambito professionale e sociale della propria leadership e delle competenze tecniche acquisite da ciascuno sia nel corso degli studi che nella propria esperienza lavorativa, nonché,
  • a coloro che svolgono incarichi gestionali, amministrativi e di vigilanza nelle istituzioni ecclesiali o che aspirino a occupare posizioni di responsabilità nelle istituzioni ecclesiali (nelle parrocchie, nelle diocesi e nella curia), organizzando e gestendo beni temporali ed attività economiche, poiché – come denunciato da Francesco – neanche la Chiesa è immune da quella mentalità di corruzione pubblica e privata che affligge la nostra realtà e contro la quale bisogna opporre la logica del servire, non servirsi e ai laici

Possono essere ammessi al corso di specializzazione coloro che sono in possesso di un diploma universitario civile od ecclesiastico della durata almeno triennale.

Piano di studi

ANNO I (A) – Primo semestre

Radici filosofiche della società contemporanea (6)
Questioni di etica politica (6)
Questioni speciali di antropologica teologica: creazione, peccato, grazia (3)
Economia dello sviluppo I (3)
Etica e governo d’impresa (3)
Istituzioni e mercati 1 (3)
Pubblica amministrazione e politiche anti-corruzione I (5)

ANNO I (A) – Secondo semestre

Communio trinitaria e socialità umana (6)
Il lavoro, tra filosofia e teologia (4)
Temi di teologia biblica I: lavoro, ricchezza e povertà (6)
Teologia morale sociale e politica I (6)
Responsabilità sociale d’impresa I (4)
Fondamenti antropologici dell’impresa I (4)

ANNO II (B) – Primo semestre

Lavoro e vita spirituale: santificare il lavoro (5)
La dimensione comunitaria della teologia delle virtù (5)
Economia dello sviluppo II (3)
Responsabilità sociale d’impresa II (4)
Istituzioni e mercati 1 (3)
Pubblica amministrazione e politiche anti-corruzione II (5)

ANNO II (B) – Secondo semestre

Chiesa, Regno e mondo (4)
Teologia morale sociale e politica II (6)
Giustizia sociale e politica nella Bibbia (6)
Fondamenti antropologici dell’impresa II (4)
Seminario (6)
Corso seminariale (5)
Elaborato finale (6)